Proxmox Backup Server: funzionalità e caratteristiche

proxmox

Proxmox Backup Server è un software di backup client-server di classe enterprise che esegue il backup di macchine virtuali, container e host fisici.
Si tratta di una soluzione bare metal (ovvero si installa direttamente sul server fisico senza bisogno di altro) basata su Debian.

È appositamente ottimizzato per la piattaforma Proxmox Virtual Environment e consente di eseguire il backup e la replica dei dati in modo sicuro. Fornisce una facile gestione sia da riga di comando che da interfaccia web.

E’ concesso in licenza con GNU AGPL, v3 e come Proxmox VE è un software gratuito.

Proxmox Backup Server supporta backup incrementali, deduplica dei dati, compressione e crittografia autenticata.

PBS è sviluppato mediante il linguaggio Rust che garantisce prestazioni elevate, basso utilizzo di risorse e una base di codice sicura e di alta qualità.

Una delle caratteristiche di rilievo è il supporto della crittografia avanzata eseguita lato client. Questa features permette di eseguire il backup dei dati su destinazioni non completamente affidabili, come siti remoti.

Attualmente la soluzione si trova in versione Beta ed è possibile scaricarla per installarla e testarla.

In questo articolo potete trovare la guida all’installazione: https://www.firewallhardware.it/proxmox-backup-server-installazione-come-funziona-e-novita-importanti/

Caratteristiche principali

Supporto ai backup di Proxmox VE:
Proxmox Backup Server supporta pienamente l’ambiente di virtualizzazione Proxmox VE dalla 6.2.10 sia da interfaccia web che da riga di comando e permette di eseguire i backup di VM e CT. Ogni PBS può collegarsi su più Proxmox VE.

Deduplica:
I backup periodici producono grandi quantità di dati duplicati. L’algoritmo di deduplica evita la ridondanza e riduce al minimo lo spazio di archiviazione utilizzato, ottimizzando lo spazio di storage del PBS.

Backup incrementali:
Statisticamente, le modifiche tra i backup di VM e CT sono generalmente basse. I backup incrementali, permettono di inviare solo i dati modificati tra un backup e l’altro. Questo meccanismo riduce lo spazio di archiviazione, l’impatto sul traffico di rete e riduce l’I/O sia dei PVE che del PBS.

Integrità dei dati:
L’algoritmo di checksum SHA-256 integrato garantisce precisione e coerenza nei backup, evitando la corruzione dei dati.

Sincronizzazione remota e delocalizzazione dei backup:
È possibile sincronizzare in modo efficiente i dati su siti remoti, permettendo quindi di delocalizzare semplicemente i dati su siti geograficamente distanti. Per fare questa operazione vengono trasferiti solo i delta contenenti nuovi dati (backup incrementale).

Supporto ZFS a livello Kernel:
Proxmox Backup Server supporta il filesystem ZFS a livello kernel che porta con sé un elevato numero di features come il Raid ZFS integrato gestibile semplicemente GUI, la deduplica a livello filesystem, la gestione dei datastore.

Utilizzando ZFS, è possibile ottenere funzionalità corporate anche con hardware a basso budget, ma anche sistemi ad alte prestazioni sfruttando la cache SSD o anche configurazioni solo SSD.
ZFS sostituisce le costose schede raid hardware con un basso carico di CPU e memoria RAM combinato con una facile gestione.

Gestione dei Datastore:
Gestione di più Datastore mediante GUI, possibilità di definire regole, permessi utenti e statistiche per ogni Daatastore.
Creazione, gestione e supporto dei filesystem ext4, xfs e zfs.

Gestione dei backup:
Funzione Verifica, download, prune (selezione e cancellazione in base alla schedulazione), schedulazione temporale.

Compressione:
La compressione ultraveloce Zstandard è in grado di comprimere diversi gigabyte di dati al secondo.

Crittografia:
I backup possono essere crittografati sul lato client, utilizzando AES-256 in modalità Galois / Counter Mode ( GCM ). Questa modalità di crittografia autenticata ( AE ) offre prestazioni molto elevate su hardware moderno.

Interfaccia Grafica (WEB GUI):
Gestisci il server di Backup Proxmox con l’interfaccia utente integrata basata sul web.

Utenti e permessi:
Proxmox Backup Server è in grado di gestire utenti e permessi in modo da fornire un accesso granulare ai dati.

Licenza Open Source:
Proxmox Backup Server è un software gratuito e open source. Il codice sorgente è concesso in licenza con AGPL, v3.

Proxmox Backup Server può essere usato, ridistribuito o modificato secondo i termini della GNU Affero General Public License come pubblicata dalla Free Software Foundation.

Installazione:
In questa guida potete vedere come installare la soluzione PBS link: https://www.firewallhardware.it/proxmox-backup-server-installazione-come-funziona-e-novita-importanti/

Supporto:
E’ possibile acquistare il supporto Enterprise di Proxmox Backup Server e Proxmox VE direttamente in lingua italiana. Per maggiori informazioni compila il form di contatto cliccando (link: https://www.firewallhardware.it/contatti/)

Guarda Proxmox Backup Server all’opera:

In questi 2 video potete vedere i test che abbiamo eseguito e vedere la soluzione Proxmox Backup Server all’opera.

Proxmox Backup Server: la nuova soluzione per il backup incrementale – Video italiano [Parte 1]

Proxmox Backup Server: la nuova soluzione per il backup incrementale – Video italiano [Parte 2]

Vi invitiamo ad iscrivervi alla nostra mailing list per rimanere sempre aggiornati su questi argomenti.